Prendere provvedimenti

E' arrivato il momento di abbattere PETA

Firma la petizione per mettere fine allo stato di PETA come rifugio per animali.
Scandalosamente, People for the Ethical Treatment of Animals è classificata dal Commonwealth della Virginia come rifugio per animali legale nonostante abbia ucciso il 93.8 percento dei cani e dei gatti che ha ammesso nelle sue strutture lo scorso anno, secondo quanto archiviato presso gli uffici di quello stato. In seguito ad una visita del 2010 al rifugio per animali di PETA, il Dipartimento dell'Agricoltura e dei Servizi per i Consumatori della Virginia (VDACS) ha scoperto quanto segue:

  1. Il rifugio di PETA consiste di tre semplici stanze e non è accessibile al pubblico — perfino la receptionist di PETA non sapeva che PETA gestisse un "rifugio";

  2. PETA non si occupa di far adottare gli animali e non s'impegna molto a trovare famiglie adottive al di là del rivolgersi al proprio personale;

  3. Un esame di circa 300 dossier di presa in custodia di PETA ha mostrato che l'84 percento degli animali ammessi sono stati uccisi entro 24 ore, e;

  4. PETA non si è conformata alle proprie direttive pubblicate sulla condotta di un rifugio per gli animali compassionevole.

L'ispettore del VDACS ha indicato di essere del parere che PETA non abbia rispettato la definizione statutaria di rifugi per animali, secondo le leggi della Virginia, perché il suo scopo primario non è quello di occuparsi di trovare case adottive per gli animali. PETA ha fatto subito ricorso a dei legali e ha espresso un'interpretazione distorta del codice statale. VDACS alla fine ha abbandonato il caso.

Tuttavia non dovreste considerarvi soddisfatti. PETA uccide con cinismo la grande maggioranza di cani e gatti che gli sono affidati. Infatti, PETA ha ucciso oltre 25.000 cani e gatti adottabili che gli sono stati affidati dal 1998. Non c'è verso che PETA sia un rifugio per animali legittimo.

Se siete d'accordo, vi preghiamo di aggiungere il vostro nome alla petizione al Consigliere del VDACS qui sotto e di unirvi a tanti altri che credono che PETA non dovrebbe essere classificata come rifugio per animali.

NOTA: Noi non venderemo o in altro modo trasferiremo le vostre informazioni personali ad alcuna attività, organizzazione o ente governativo.

A: Matthew Lohr, Consigliere del VDACS Rif: Lo stato di PETA come rifugio per animali

Scrivo per condividere la mia insoddisfazione del fatto che PETA (People for the Ethical Treatment of Animals) continui a essere classificata come rifugio per animali. Come sapete PETA uccide la gran parte degli animali ad essa affidati. Nel 2010, PETA ha sottoposto a eutanasia il 93.8 percento dei cani e gatti che aveva preso in cura. Da un'analisi dei dossier di custodia degli animali del VDACS del 2010 è risultato che PETA abbia ucciso entro 24 ore l'84 percento degli animali che aveva ricevuto in cura.

Vi preghiamo di controbattere ai giochi di parole di PETA e di revocare la classificazione di PETA come rifugio per animali, anche se si dovesse rendere necessario un cambiamento del codice statale.

Se non altro, PETA dovrebbe essere disciplinata come mattatoio per animali per il numero di animali che uccide.


















Matt Lohr, Consigliere del VDACS, [email protected]

Cc: Dr. Richard Wilkes, Dottore in Veterinaria, Veterinaria Statale Ingrid Newkirk, People for the Ethical Treatment of Animals

Unitevi a noi su Facebook