La difesa discutibile di PETA

Da quando PETAKillsAnimals.com ha debuttato nel 2005, la gente ha chiesto spesso a PETA perché uccide così tanti animali. PETA asserisce discutibilmente di non gestire un "rifugio tradizionale per gli animali" e che abbatte quegli animali che sono troppo malati o feriti per continuare a vivere.

Ci sono valide ragioni per pensare che quest'affermazione sia imprecisa. Nel 2007, due impiegati di PETA furono processati per crudeltà contro gli animali e discarica abusiva nel North Carolina, dopo essere stati colti, nel corso di una sorveglianza notturna, a gettare le carcasse di cani e gatti in un cassonetto. Le prove portate al processo hanno mostrato che gli impiegati di PETA hanno ucciso animali da loro considerati "adorabili" e "perfetti".

Allo stesso modo, testimoni al processo hanno testimoniato che PETA aveva detto loro "che non avrebbero avuto problemi a trovare una casa per i cani lasciati alle loro cure". Il personale di altri rifugi per animali del North Carolina ha testimoniato di aver avuto l'impressione che PETA avrebbe trovato una casa per gli animali lasciati alle cure di PETA. Queste impressioni erano lontane dalla realtà.

PETA raccoglieva cani e gatti dai rifugi del North Carolina e li uccideva ancor prima che uscissero dallo stato.

Oltre alle prove presentate al processo, PETA non ha mai corroborato le proprie asserzioni con prove confermanti che l'azienda accetta solo cani e gatti feriti o comunque non adottabili.

Vedere le immagini di cani che PETA ha abbattuto senza dare loro una possibilità di vivere. Attenzione: Le immagini sono cruente e inquietanti.

Unitevi a noi su Facebook