PETA rifiuta di chiudere il canile degli orrori negli Stati Uniti, responsabile dell’uccisione dell’89,4% di cani e gatti adottabili durante il 2012

L’ipocrita gruppo di difesa dei diritti degli animali porta il conto delle vittime a 29.398.

Washington, D.C. – Il Centro per la Libertà dei Consumatori (Center for Consumer Freedom, CCF) ha diffuso il suo rapporto annuale sul comportamento dell’associazione Cittadini per il trattamento etico degli animali (People for the Ethical Treatment of Animals, PETA) nel canile del suo quartier generale a Norfolk, Virginia. Il rapporto dimostra che nel 2012 PETA ha soppresso un incredibile 89,4% degli animali adottabili affidati all’associazione. A dispetto di anni di critica pubblica sul suo programma di eutanasia, il famigerato gruppo per i diritti degli animali ha continuato a sopprimere cani e gatti adottabili a un ritmo di 30 uccisioni al giorno.

Secondo i rapporti del Dipartimento per l’Agricoltura e i Servizi ai Consumatori della Virginia, lo scorso anno PETA ha soppresso 1.647 tra cani e gatti, facendone adottare solo 19. Dal 1998, un totale di 29.398 animali sono stati soppressi dai collaboratori dell’associazione PETA.

“Per il 14° anno consecutivo, i direttori di PETA hanno mostrato ancora una volta che non gli importa nulla dei cani e gatti che arrivano al loro rifugio,” ha dichiarato J. Justin Wilson, CCF Senior Research Analyst. “L’associazione per la difesa dei diritti degli animali con una mano si impegna in iniziative per la liberazione degli animali, ma con l’altra mano condanna a morte l’89% dei cuccioli a loro affidati. Tutto ciò va ben oltre la semplice ipocrisia”.

A dispetto del suo budget da 36 milioni di dollari, i collaboratori di PETA si sforzano ben poco per trovare casa alle migliaia di animali che sopprimono ogni anno. Il presidente di PETA Ingrid Newkirk ha precedentemente dichiarato a The Virginian-Pilot che gli attivisti potrebbero anche smettere di uccidere gli animali, ma questo significherebbe interrompere le grandi trovate della stampa e i set fotografici con le celebrità: “Potremmo immediatamente diventare un rifugio dove non si sopprimono gli animali. Ma questo significherebbe che non avremmo molto spazio per le nostre manovre”.

“Sembra che PETA sia più interessata alla pubblicità che a tenere in vita gli animali del proprio rifugio”, ha continuato Wilson. “Il comportamento di PETA, che si batte continuamente per i ‘diritti’ di ratti e maiali, uccidendo però decine di migliaia di animali da compagnia, è il picco dell’ipocrisia. Sarebbe ora che il Commonwealth della Virginia finalmente classificasse il rifugio di PETA per quello che è: un mattatoio”.

Sul sito www.PETAKillsAnimals.com, CCF ha divulgato i dossier annuali di PETA presso il Dipartimento per l’Agricoltura e i Servizi ai Consumatori della Virginia a partire dal 1998.

Per ulteriori informazioni, visitare www.PETAKillsAnimals.com. Per organizzare un’intervista, chiamare Allison Miller al numero 202-463-7112.

Il Centro per la Libertà dei Consumatori è un’associazione no-profit supportata da ristoranti, aziende alimentari e consumatori, che si batte per la promozione della responsabilità personale e la protezione delle scelte dei consumatori.

Animali abbattuti da PETA

Anno Ricevuti† Trasferiti Adottati Abbattuti
2013 2,175 311 46 2.11% 1,792 82.4%
2012 1,843 130 19 1.03% 1,647 89.4%
2011 1,992 34 24 1.21% 1,911 95.9%
2010 2,345 63 44 1.86% 2,200 93.8%
2009 2,366 31 8 0.34% 2,301 97.3%
2008 2,216 34 7 0.32% 2,124 95.8%
2007 1,997 35 17 0.85% 1,815 90.9%
2006 3,061 46 12 0.39% 2,981 97.4%
2005 2,165 69 146 6.74% 1,946 89.9%
2004 2,655 1 361 13.60% 2,278 85.8%
2003 2,224 1 312 14.03% 1,911 85.9%
2002 2,680 2 382 14.25% 2,298 85.7%
2001 2,685 14 703 26.18% 1,944 72.4%
2000 2,681 28 624 23.27% 2,029 75.7%
1999 1,805 91 386 21.39% 1,328 73.6%
1998* 943 125 133 14.10% 685 72.6%
Total 35,833 1015 3,224 9.00% 31,190 87.04%
* le cifre rappresentano solo la seconda metà del 1998
† eccetto gli animali sterilizzati
» Scettici? Cliccate qui per vedere le prove.

Che cos'è PETA uccide gli animali?

PETA o People for the Ethical Treatment of Animals [cittadini per il trattamento etico degli animali] ha dei problemi. Nonostante la sua missione per il sostegno della "liberazione totale degli animali", e da quanto risulta da documenti ottenuti dagli archivi pubblici, ogni anno PETA uccide migliaia di animali presso i suoi quartieri generali.

Stando agli archivi del Dipartimento dell'Agricoltura e dei Servizi per i Consumatori, PETA ha ucciso oltre 25.000 animali (soprattutto cani e gatti) presso i suoi quartieri generali di Norfolk, in Virginia.

Unitevi a noi su Facebook